Non solo maschera di Carnevale, Pulcinella anche simbolo di una città intera

Pulcinella è Napoli. Pulcinella rappresenta il popolo partenopeo, un popolo che soffre, che ha fame, ma che sa come rallegrarsi, sa come essere sazio, che è cosciente dei problemi in cui si trova ma riesce sempre ad uscirne con un sorriso. Difatti oggi la maschera di Pulcinella ha un significato non solo storico, artistico e culturale, ma soprattutto sociale, o meglio di denuncia sociale. Partiamo dalle sue origini.

Pulcinella è una maschera nata a Napoli grazie all’attore Silvio Fiorillo, durante la seconda metà del Cinquecento, con l’avvento della Commedia dell’Arte (di cui è una delle maschere protagoniste). Va comunque precisato che essa presenta origini molto lontane. Secondo studi approfonditi la maschera risale al IV secolo a.C., riferendosi al Maccus delle fabulae atellanae, (dal latino Maccus che significa), una tipologia di servo dal naso lungo e dalla faccia bitorzoluta con guance grosse, che indossava una camicia larga e bianca.
Secondo alcuni studiosi di linguistica il nome Pulcinella deriverebbe da “pulcinello”, cioè piccolo pulcino con naso adunco, mentre secondo altri la maschera fu così chiamata dai napoletani perché prese il nome da un teatrante buffone seicentesco di Acerra, Puccio d’Anielloprima contadino e poi buffone di una compagnia di girovaghi. Altri autori attribuiscono l’origine del nome all’ermafroditismo intrinseco del personaggio, ovvero un diminutivo femminilizzato di pollo-pulcino, animale tipicamente non riproduttivo, del quale in un certo senso imita la voce, molto stridula ed acuta.
In origine, la maschera di Fiorillo indossava un cappello bicorno, portava barba e baffi e aveva una gobba.
Oggi il suo costume, grazie ad uno dei suoi interpreti maggiori, Antonio Petito, è totalmente differente: camicione bianco con larghi pantaloni bianchi, un cinturone nero in vita, il ventre sporgente, scarpette nere, un cappuccio bianco (a pan di zucchero) in testa e una grossa maschera al viso che lascia scoperta sola la bocca (meza sola).
Pulcinella incarna la plebe napoletana, l’uomo più semplice, quello che nella scala sociale occupa l’ultimo posto. Egli è chiamato a rappresentare l’anima del popolo, appare quasi sempre in contraddizione, tanto da non avere dei tratti fissi: è ricco o povero, è prepotente o codardo. Egli è un servo furbo e pigro, cammina in maniera goffa, gesticola in modo eccessivo senza risparmiare le sue energie vitali, cosa che inevitabilmente lo porta ad avere una fame atavica. La qualità che contraddistingue meglio Pulcinella è la sua furbizia, con la quale egli riesce a trovare la capacità di risolvere i problemi più disparati che gli si parano davanti, sempre, però, in favore dei più deboli ed a discapito dei potenti (cosa che risalta soprattutto nel teatro dei burattini o delle guarattelle).
Altra sua famosa caratteristica è quella di non riuscire mai a stare zitto e da ciò nasce l’espressione “segreto di pulcinella”, cioè qualcosa che tutti sanno.
Pulcinella non conosce confini, visto che durante il corso dei secoli molti teatranti italiani, essendo stati costretti ad espatriare per cercare fortuna altrove, hanno diffuso questo “personaggio fisso” in varie nazioni; per questo in Francia nasce Polichinelle, in Germania Kaspar o in Inghilterra Punch.

Ecco cosa si nasconde dietro l’inquietante maschera di Pulcinella, come definito da Livero Bovio, il “filosofo” di Napoli.

Amante di musica, cinema e teatro (in particolar modo quello napoletano, difatti la mia tesi verteva sul fenomeno del teatro amatoriale a Napoli). Cerco di diffondere la conoscenza sulle bellezza della città di Napoli attraverso percorsi guidati, svolti in questi anni con l’associazione culturale ViviQuartiere, per gli affascinanti luoghi partenopei. Per questi motivi ho incentrato i miei studi sull’amministrazione dei beni culturali. Spero di continuare questa divulgazione anche nel mondo giornalistico.

4 pensieri riguardo “Pulcinella, una maschera senza tempo

Commenta

Mall ad Senza Bridal grigio maniche a argentato linea Vestito Donna
Senza grigio ad argentato a Mall Vestito Donna maniche linea Bridal nqxXaZ8n Senza grigio ad argentato a Mall Vestito Donna maniche linea Bridal nqxXaZ8n Senza grigio ad argentato a Mall Vestito Donna maniche linea Bridal nqxXaZ8n Senza grigio ad argentato a Mall Vestito Donna maniche linea Bridal nqxXaZ8n Senza grigio ad argentato a Mall Vestito Donna maniche linea Bridal nqxXaZ8n Senza grigio ad argentato a Mall Vestito Donna maniche linea Bridal nqxXaZ8n
Follow
Show